Carissimi soci,

spero fortemente che stiate tutti bene e che presto potremo parlare di questo periodo come di qualcosa di superato, da lasciarci alle spalle.

Ognuno di noi porta nel cuore sofferenze profonde per le perdite subite e per le rinunce di ciò che ama fare. Parlando anche a nome del consiglio direttivo, ci rendiamo conto che non è ancora il momento di allentare la presa, rispettiamo il dolore che è stato, ma dobbiamo guardare al futuro in modo positivo e rispettoso.

Dopo il direttivo di martedì 15 settembre sono emerse alcune considerazioni da condividere con tutti voi in merito all’attività proposta dalla sezione di Chiari.

Molti di voi sono rientrati al lavoro, la scuola sta ripartendo ma la nostra attività sociale di escursioni e palestra ha ancora troppi vincoli per essere svolta con lo spirito giusto. Meglio continuare ad andare in montagna in piccoli gruppi, in autonomia; le gite sociali comportano limiti e responsabilità che rendono l’escursione di gruppo priva di socialità: distanze lungo il cammino, impossibilità di condivisione e contatto, sorveglianza delle misure anti-covid e responsabilità ulteriori per gli accompagnatori... Tutto almeno fino a fine anno.

La sezione è operativa ma ci sono restrizioni, almeno fino alla fine di ottobre, salvo diverse disposizioni: accedono solo gli operatori di segreteria e consiglieri, che attueranno i protocolli previsti, mentre chi viene in sezione sarà ricevuto allo sportello posto all’ingresso, per pratiche di rinnovo, nuovo tesseramento, informazioni o altro.

La palestra di arrampicata presso la scuola Toscanini fino alla fine del 2020 resterà chiusa; prevediamo la riapertura il prossimo gennaio, sempre che le restrizioni diminuiscano.

Questo però non vuole dire che il CAI di Chiari non abbia niente da offrire ai propri soci. Stiamo già lavorando per organizzare degli eventi aperti a tutti:

  • Domenica 27 settembre saremo in Villa Mazzotti per la “festa della Famiglia” con stand dedicato ai più piccoli!
  • Interessanti saranno i momenti divulgativi con tematiche ambientali, prima della fine dell’anno in collaborazione con il Comune.
  • Per il programma sociale 2021, verranno riproposte le escursioni non fatte quest’anno ma con alcune invitanti novità.

 

Dopo questi mesi così difficili vogliamo non perdere di vista la sicurezza e continuare a porre le basi per una ripartenza sempre più vicina. Il metro di distanza va benissimo, anche due o cinque ma… tendersi la mano in montagna è essenziale, così come l’atto della condivisione. Aspettiamo che questo torni ad essere un comportamento libero.

BUONA MONTAGNA A TUTTI!

Laura